La salute si costruisce dove la gente vive, lavora, ama, gioca.

L’inquinamento ambientale può rappresentare un limite alla crescita culturale e sociale di un popolo, e anche un fattore che può essere modificato, a patto che l’impegno politico e delle aziende abbia in agenda la messa in sicurezza dei luoghi e il ripristino di condizioni di vita favorevoli.  In questo contesto, la realizzazione di bonifiche in diversi contesti ambientali, contribuisce, sempre di più, al miglioramento delle condizioni di vita delle persone, riducendo il gap che crea in molti contesti degradati dal punto di vista ambientale, condizioni di diseguaglianza sociale e di salute. 

L’impegno dei decisori in tal senso è fondamentale per definire le sorti e il futuro di una popolazione. 

Oggi il percorso legislativo è delineato a livello europeo e le aziende, attraverso il dialogo tra gli stakeholders, hanno eliminato materiali tossici per l’uomo e per l’ambiente rimpiazzando con prodotti a minor impatto sulla salute umana e sull’intero ecosistema. Attraverso la sostituzione delle sostanze e miscele pericolose a favore di produzioni sempre più ecocompatibili e di cui conosciamo le caratteristiche, è possibile garantire condizioni di lavoro ottimali e l’utilizzo dei prodotti in sicurezza.  

Tutti questi aspetti sono fondamentali per costruire benessere in un contesto ambientale che favorisca la crescita individuale e della comunità. 


Dr Tatiana Battista
Dirigente medico
UO Epidemiologia e coordinamento delle attività di Educazione Sanitaria
Dipartimento di Prevenzione ASL TA

Condividi sui canali social
Tags: